Regalo per i 18 anni: Disneyland; ma niente treno per un ragazzo disabile.

Siamo di nuovo alle solite: l’ennesimo treno che lascia a piedi un disabile. Le ferrovie come al solito non soddisfano esigenze e richieste di una persona disabile.

Addentriamoci di più nella trafila fatta per scongiurare, per una volta, l’inevitabile, che invece è da sempre previsto e sempre in agguato. Noi ci crediamo alla eccezionalità, carichi di fiducia, che tutto volga al meglio, ma poi in una frazione di secondo qualcuno smonterà molto velocemente il bel sogno ed ecco che la frittata è servita e si compie la solita discriminazione.

E’ Il Giornale.it a farmi conoscere il treno notturno “Thello” che collega direttamente Parigi e Milano. E’ lui il treno del diritto negato!

La direzione francese impedisce alle persone con disabilità di caricare sul treno la sedia a rotelle, manuale e non, dichiarando che è nel rispetto delle sicurezza ferroviaria.

Mi sta bene la tutela dell’incolumità delle persone a bordo, sono d’accordissimo sulla sicurezza da rispettare, anche perché troppe volte è una priorità scavalcata e si verificano tragedie su cui, dopo, si può solo piangere e arrabbiarsi con il sistema che se ne frega. Però, attenzione alla parola “rispetto”, che non sfoci in “discriminazione”, perché la linea di demarcazione è sottile e quasi sempre la si supera. Occorre trovare delle soluzioni in maniera attenta e oculata, perché nessuno venga escluso e quindi discriminato.

A questo punto vediamo quale è stato il problema.

Continua a leggere

Non siete curiosi di sapere come va il viaggio di Piero e Gian Piero in moto per l’Italia?

We cannot display this gallery

Vi avevo promesso che avrei parlato ancora di Piero e del Suo fantastico viaggio, in giro per l’Italia, su di una Harley Davidson con il Suo caro amico Gian Piero ed è quello che sto per fare.

Dal calendario vedo che siamo oltre la metà di ottobre quindi, i nostri motociclisti speciali sono ormai al giro di boa; voglio stimolare un po’ la Vostra memoria per aggiornare questo viaggio. In totale sono previste 20 tappe e sono partiti lo scorso 4 ottobre dal sud dell’Italia, precisamente da Crotone.

Per sentirVi davvero coinvolti Vi invito a vedere un video (io mi sono davvero commossa), realizzato per lo straordinario evento, direttamente nella Loro pagina facebook Con Piero in moto per l’Italia“. E’ una pagina che ha poco più di un mese di vita ma ha già toccato i 2000 “mi piace”; forza, facciamo vedere che anche gli amici di “Il mondo di Lena” li seguono, incoraggiano e fanno il tifo per loro. Dimostriamo quanto siamo solidali e soprattutto quanto questa storia ha smosso i nostri cuori.

Mentre sto scrivendo Vi posso dire che Piero e Gian Piero sono nel nord est del nostro bel paese e quindi, stanno per ridiscendere giù. Il viaggio fino ad ora non ha deluso nessuna aspettativa anzi, ha dato molto di più. Gian Piero ci tiene a ringraziare tutti coloro che li hanno ospitati, accolti e soprattutto tenuto compagnia; è stato tutto questo a fare la differenza.

Tanta accoglienza è testimoniata dal fatto che i giornali locali hanno parlato di questa avventura, proprio per dimostrare che anche il “sociale” può essere vincente. In questo caso non esiste sfida, perchè sono i primi classificati in partenza! Continua a leggere