Un’asta fotografica benefica per aiutare i disabili dell’Emilia

Non so Voi, ma io ho ancora negli occhi ben impressa una fotografia, l’immagine di quella Emilia fatta di macerie, polvere, pianti, disperazione, paura e alla fine di tutto rabbia, quella è tanta perché col passare dei giorni quelle persone sono sempre più consapevoli che resteranno sole e lì arriva il difficile. I problemi più grossi arrivano dopo il frastuono, dopo il boato di quel maledetto terremoto, quando cala il sipario e i riflettori si spengono.

Ho una amica in quelle zone, Paola di Carpi, e posso assicurarVi che a distanza di qualche mese dell’evento nel rivederla mi ha davvero messo davanti alla realtà di quelle zone, con persone veramente disperate e in particolare quelle famiglie con componenti disabili. Sì perché  questa è la realtà: i disabili sono presenti anche in quelle zone. La mia amica ha un fratello disabile che per fortuna non è stato direttamente danneggiato dal sisma.

Per non dimenticare tutte queste persone voglio dare appuntamento a tutti per giovedì 21 febbraio a Roma per un importante incontro con la solidarietà (una asta fotografica) a favore delle famiglie emiliane con componenti disabili vittime del terremoto e del completamento della ricostruzione di un Centro di Terapia Integrata per l’Infanzia “La Lucciola”, organizzato dal Capitolo Italiano della Royal Photographic Society (CIRPS – www.rps-italy.org) e da Officine International. Continua a leggere