Disabili scomodi? Sì, tanto da tagliarci le gomme della macchina

Antonio Piazza

La notizia ha ormai fatto il giro del paese: Antonio Piazza, presidente dell’Aler di Lecco e membro del direttivo provinciale del Popolo della Libertà, ha posteggiato la sua lussuosa Jaguar nel posto riservato ai disabili, fuori la sede dell’Aler, ignorando che stava violando il codice della strada e che un disabile non avrebbe potuto posteggiarvi il proprio mezzo.

Come prevedibile un cittadino di Lecco, disabile, non potendo posteggiare la macchina ha fatto valere i suoi diritti chiamando i vigili. Fino a qui potrebbe sembrare una storia come tante altre e invece il Presidente Piazza è riuscito a stupirci, facendo capire che la presenza di noi disabili non è da lui ben tollerata. Egli ha pensato, dopo aver ricevuto verbale e multa dai vigili, di mettere in atto una vendetta personale: il taglio delle gomme della macchina del disabile. Le telecamere lo hanno però tradito e colto sul fatto. Questo gesto, di una bassezza impressionante, non potrà non restare nella memoria di tutti noi disabili. Continua a leggere

Tolleranza zero! E’ il motto di Merano contro i furbetti dei posteggi

Il titolo dice tutto. Il comune di Merano ha deciso di rendere la vita difficile a tutti coloro che occupano, ingiustamente, i posti auto per disabili previsti in città. Ha deciso di occuparsi di un problema che, se non ben monitorato, può solo incancrenirsi di più; però Merano è la dimostrazione che, fatta la legge, è necessario che il comune si adoperi, con tutte le forze, a farla rispettare. E a questo punto, voi che state leggendo dovreste chiedervi, come ho fatto io: “Perchè gli altri comuni incontrano così tante difficoltà?”

A volte penso che non è un luogo comune dire che il Trentino Alto Adige, con le sue città, sembra una regione che non fa, assolutamente, parte dell’Italia. Ho deciso di visitare questa città nel periodo natalizio, perchè attratta dai mercatini con le loro luci, i loro colori, i suoni e i profumi che sollecitano i miei sensi. All’ingresso della città potrebbe tranquillamente esserci scritto:”Benvenuti, città accessibile a tutti, anche ai disabili”.

Incuriosita da tutte queste attenzioni rivolte alle problematiche dei disabili, ho deciso che era il caso di informarmi, dovevo capire come e quando le istituzioni locali, della città di Merano, hanno iniziato ad approcciarsi alle leggi esistenti nel nostro paese contro l’abbattimento delle barriere architettoniche.  Continua a leggere