“Falsi invalidi in cambio di voti”: Quinta Colonna titola così una piaga italiana

Questa la coraggiosa, perchè reale e sconcertante, denuncia dell’ennesimo scandalo all’italiana. So di non annunciarVi nulla di nuovo perchè si tratta di accadimenti assai radicati, però mi preme far notare che finalmente se ne parla sempre di più in televisione, senza più nascondersi dietro a un dito.
Per far capire meglio la situazione reale, durante la diretta di Quinta Colonna Il Quotidiano, di martedì 3/9, hanno mandato in onda i servizi riguardanti la città di Napoli, con i Suoi 150 falsi invalidi ciechi in un solo quartiere e poi ennesimi comportamenti a Ragusa.

Avete capito bene, i 150 tutti concentrati in una unica zona della città e lì la domanda mi nasce spontanea:”Ma a nessuno è nato un certo sospetto di tutto questo?” La risposta può essere una sola:” Tutti d’accordo, tutti che chiudono entrambi gli occhi, per pura e semplice convenienza”.

Può essere solo convenienza, altrimenti non si spiegherebbe il perchè di tante false invalidità. Io do a te e tu dai a me; un vero scambio di favori, un fifti-fifti… Una altra spiegazione non ha ragione di esistere, deve essere di sicuro così. Continua a leggere

I dipendenti Inps fanno la spesa a carico dei pensionati; ma i dirigenti dove sono?

Meno male che sono tornate Le Iene, così ci danno una mano a far vedere quale realtà ingiusta siamo costretti a subire in Italia. Un vero e proprio servizio al cittadino, per il quale non possiamo fare altro che ringraziare. La rovina di Enti pubblici e Istituzioni, che dovrebbero – e sottolineo “dovrebbero” – essere al servizio del cittadino, è che ormai viviamo di informazione e nulla più può essere taciuto come in passato.

Lunedì  in prima serata, Le Iene ci hanno fatto vedere che l’Inps, Istituto Nazionale Previdenza Sociale, precisamente la sede centrale di Roma, che ha il compito di calcolare e erogare le pensioni nel nostro paese, ancora una volta è bravissimo a stupirci! Questa volta lo fa alla grande; all’interno dell’Ente un supermercato tutto per loro. Vi state chiedendo cosa stona in tutto questo; un po’ di pazienza e ci arrivo.

La dirigenza di un grande Ente pubblico, quale è l’Inps, permette ai dipendenti di fare shopping durante l’orario di lavoro, quindi a spese nostre, sottraendo così risorse pubbliche, come specificato nel servizio. L’aspetto che più mi ha sorpreso e mi fa ben sperare è vedere che c’è ancora qualcuno, agli alti vertici, che sa distinguere l’atteggiamento scorretto da quello corretto. A mio parere la dirigenza non può e non deve appoggiare, favorire o lasciar correre su questo “nuovo modo di lavorare” al servizio del paese.

A me sinceramente sembra proprio uno schiaffo morale nei confronti di tutti noi; è bello in questo filmato vedere come tutti se la ridano e se la cantino, mentre fanno la spesa invece di lavorare. Tutto questo mentre i Ministri piangono dopo i tagli alle pensioni e i pensionati sono davvero incavolati per le continue modifiche, in peggio, al loro unico sostentamento. E invece a questi dipendenti tutto è dovuto, non gli si nega nulla e gli si elargiscono privilegi.
CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO DELLE IENE SUL MERCATINO DELL’INPS Continua a leggere