Adolescente autistico picchiato a scuola: l’unica colpa esasperava l’insegnante

Oggi  telegiornali e giornali ci raccontano di una tremenda violenza inflitta ad un ragazzino, quattordici anni, affetto da autismo. Quando la notizia arriva alle tv, so che devo avere paura perché significa che il fatto accaduto è sicuramente violento e merita davvero la nostra attenzione.

La notizia arriva dal Vicentino. Ore ed ore di registrazioni audio e video che gli stessi investigatori hanno definito:“Scene insopportabili”. Hanno posizionato telecamere nella scuola media frequentata dal ragazzo e sul corpo dello stesso con piena autorizzazione dei genitori, al fine di avere le prove, concrete, di quei sospetti di violenze, segnalate ai Carabinieri, nei confronti del loro figlio. Le autorità hanno potuto visionare quei metodi di insegnamento, davvero violenti, da parte della insegnante di sostegno e della assistente sociale. Oltre alle innumerevoli sevizie verbali si parla anche di quelle fisiche con alcuni strumenti: righello, forbice e bacchetta di legno, che sono stati sequestrati dalle autorità. Continua a leggere