“Reatech Italia”, a maggio la fiera per la disabilità

Accessibilità, inclusione, autonomia ossia… Pienezza e qualità di vita.

Questa la promessa di Reatech Italia, un evento per il mondo della disabilità, innovativo nella formula e nella proposta di prodotti e servizi, una fiera-evento pensata per offrire risposte puntuali e presentare il meglio di servizi, opportunità, soluzioni tecnologiche per le persone con disabilità e le loro famiglie.

Unico nel panorama italiano, Reatech Italia può contare sull’esperienza ultradecennale di Reatech Brasile, la manifestazione di riferimento per il mondo della disabilità in Sud America, che Fiera Milano organizza a San Paolo tramite la sua controllata Cipa. La dimensione internazionale è inoltre destinata ad aumentare, con edizioni che nei prossimi anni porteranno l’evento in ulteriori aree geografiche.

Reatech Italia
Dove è: Fiera Milano (Rho) – Padiglioni 2 e 4
Date: 24-27 Maggio 2012   
Orari: ore 10.00-18.30

Reatech Italia è una fiera ad ingresso gratuito per tutti i visitatori: persone con disabilità e loro familiari, cittadini interessati a conoscere nuove soluzioni per l’integrazione, praticanti di sport adattati, ricercatori, dirigenti scolastici e pedagogisti, operatori sanitari e fisioterapisti, studenti, docenti, ricercatori universitari, giornalisti.

A chiunque volesse saperne di più, il programma completo su: www.reatechitalia.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a ““Reatech Italia”, a maggio la fiera per la disabilità

  1. Ciao Lena,
    voglio interrompere il silenzio di questo articolo, sia soltanto con un saluto, con una piccola osservazione, nell’articolo l’invito a visitare la fiera è esteso agli adetti ai lavori e a tutte le persone che vogliono conoscere questo “mondo” di tecnologia che si è svillupata attorno alla disabilità, ma i politici, quelli che hanno pensato ai tagli sulla disabiltà, non dovrebbero essere in forze all’appuntamento per erudirsi, in modo che riescano anche a quantificare il danno che producono a questa categoria di persone, il Governo di tecnici che ha bisogno di consulenti tecnici, sà un pò di presa per i fondelli, ancora rivolgo un accorato appello: basta ragionare esclusivamente coi numeri, la società per essere tale ha bisogno di tutt’altro, finitela di impoverire le generazioni attuali, con il pretesto che bisogna farlo per le generazoni a venire, se continua a questo modo non sarà figlio del presente il futuro.
    Con i migliori saluti.

    • Ciao Giuseppe, molto intelligente questa tua osservazione! C’è stato un momento che ho pensato come te, quando il nostro presidente del consiglio è andato in visita al salone del mobile a Milano. E allora invito aperto al team di governo (politiche sociali, pari opportunità. economia, trasporti, infrastrutture). Con la speranza che qulacuno di loro dedichi un po’ di tempo a questa importante fiera; significherebbe che finalmente si è deciso di dedicare un pò di tempo al mondo della disabilità.
      Grazie e alla prossima.
      Ciao.
      Lena.

  2. Cara Lena,
    vi è oggi una lettera aperta di Germana Lancia in Affaritaliani.it, che credo riassuma in un lungo messaggio tutto il disagio di chi soffre della condizione di disabilità, il messaggio è forte e non può che essere condiviso da tutti coloro che sono detentori di una coscienza civica.
    Tanti salutoni a presto

    • Ciao Giuseppe, grazie mille, ancora una volta, della tua attenzione e alla segnalazione di questa bellissima lettera aperta. L’ho letta tutta di un fiato e hai ragione è per la coscienza di tutti, malati e non. Posso solo dirvi leggetela però con lo spirito giusto, aperti a conoscere qualcosa che vi farà provare molteplici sentimenti, anche contrastanti. Sicuramente scaturirà in tutti voi una attenta e impegnativa riflessione.
      Grazie e alla prossima.
      Ciao.
      Lena.

  3. Buon pomeriggio Lena,
    vorrei comunicare attraverso il suo blog il festival promosso dal Comune di Pavia “Alfabeti differenti. Percorsi artistici nelle diverse abilità”. Si tratta di una manifestazione che prevede dal 17 al 20 maggio spettacoli, concerti, mostre, laboratori, dibattiti e molto altro tutti dedicati al binomio “arte e disabilità”. Sul sito http://www.comune.pv.it/alfabetidifferenti è possibile trovare le informazioni relative a tutti gli appuntamenti in programma. Vi aspettiamo numerosi a Pavia, città che vuole caratterizzarsi come punto di riferimento per tutto ciò che unisce e combina l’arte – in tutte le sue espressioni e manifestazioni – alla diversità – in tutte le sue accezioni, esperienze e valori.
    Un cordiale saluto! Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *