Qualche domanda a quelli che contano, almeno così pensavo!

Ora che qualche fatto ve l’ho esposto, è il momento di rivolgermi a coloro che dovrebbero essere preparati su questa materia, assai insidiosa. Cara Asl, come puoi non sapere che alle tue dipendenze hai un lavoratore che, pur non presentandone le caratteristiche (nessun ausilio, nessun accompagnatore…) percepisce un indennizzo particolare, oltre al regolare stipendio. E tu Inps? Vorrai scusare la mia domanda diretta, ma è d’obbligo: “E’ davvero possibile non sapere che dalle tue casse esce un indennizzo al 100% falso?” Devo lasciarmi andare a una fragorosa risata perchè sembra una barzelletta. Spero che entrambi sappiate che tutto ciò in una azienda privata non potrebbe accadere, almeno che io sappia. Ora mi rivolgo alla persona che rappresenta l’Inps. Nel momento in cui viene smascherato il furbetto di turno, a parte l’arresto, come già abbiamo visto nei vari casi, i soldi percepiti ingiustamente vengono davvero restituiti alle casse dell’ente? O come è di abitudine in Italia tutto svanisce in una bolla di sapone e di quei soldi neanche l’ombra? Continua a leggere